Programma Operativo Nazionale

"SICUREZZA PER LO SVILUPPO DEL MEZZOGIORNO D'ITALIA"

Programma 2007-2013

Il Programma Operativo Nazionale Sicurezza per lo Sviluppo – Obiettivo Convergenza 2007-2013 si propone di migliorare le condizioni di sicurezza nelle regioni Obiettivo Convergenza: Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Sicurezza, sviluppo e legalità sono i tre pilastri su cui poggia il Programma Operativo Nazionale (PON) Sicurezza per lo Sviluppo - Obiettivo Convergenza 2007-2013. Il Programma ha una dotazione finanziaria di 1.158 MLN di euro ed è cofinanziato dall’ Unione Europea (50% Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) e dallo Stato Italiano.

Il Programma interessa la Calabria, la Campania, la Puglia e la Sicilia il cui Prodotto Interno Lordo pro capite è inferiore al 75 per cento della media comunitaria. Per questa ragione le quattro regioni rientrano nell’Obiettivo Convergenza dell’Unione Europea.

Per favorire la coesione economica e sociale di queste regioni l'Unione Europea finanzia interventi con fondi strutturali, tra i quali quello che interessa il PON Sicurezza 2007-2013, il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale.

L’obiettivo globale del Programma è quello di diffondere migliori condizioni di sicurezza, giustizia e legalità per i cittadini e le imprese, in quelle regioni in cui i fenomeni criminali limitano fortemente lo sviluppo economico.

Il PON Sicurezza, di cui è titolare il Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, vede la collaborazione di tutte le forze di polizia (Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Penitenziaria e Corpo Forestale dello Stato) e il coinvolgimento delle realtà istituzionali locali.

Un ruolo di particolare rilievo per l'attuazione del Programma è affidato al Comitato di Sorveglianza. L'articolata composizione di questo organismo consente di svolgere al meglio l'importante funzione di assicurare l'efficacia e la qualità degli interventi. Il Programma, inoltre, prevede un più ampio e diretto coinvolgimento del Partenariato Istituzionale, attraverso il Comitato di Indirizzo e Attuazione e del Partenariato socio-economico attraverso il Tavolo settoriale e i Tavoli di consultazione territoriale.

Il Programma si sviluppa su tre Assi:

Asse uno - Dotazione finanziaria: € 573.250.048,00

Asse due- Dotazione finanziaria: € 538.507.584,00

Asse tre - Dotazione finanziaria: € 46.323.232,00

Sicurezza per la libertà economica e d'impresa

L’Asse 1 è orientato in particolare a contribuire alla creazione di un contesto più favorevole alla vita economica rimuovendo gli ostacoli che la criminalità organizzata crea alla libera concorrenza tra le imprese.

In particolare l’Asse prevede la realizzazione di azioni di sicurezza per il miglioramento del contesto in cui operano i soggetti economici, sia attraverso il contrasto alle aggressioni della criminalità, alle strutture produttive (aree urbane ed extraurbane, aree industriali) e alle infrastrutture di comunicazione (grandi assi  viari, porti, aeroporti), sia arginando i fenomeni distorsivi della libera concorrenza tra imprese (contraffazione di marchi o prodotti) al fine di promuovere, accanto allo sviluppo armonioso, equilibrato e sostenibile delle attività economiche, un alto grado di competitività e un generale miglioramento del tenore e della qualità della vita.

Nell’Asse sono inoltre comprese iniziative dedicate alla formazione per potenziare, nell'ambito degli Obiettivi previsti nell'Asse, le conoscenze degli operatori di sicurezza.

Si articola nei seguenti Obiettivi Operativi.

Obiettivi operativi

  • 1.1 Rendere il territorio meno aggredibile da fattispecie criminose che rappresentano un grave ostacolo allo sviluppo economico, alla civile convivenza, alla qualità e produttività del lavoro e all'attrattività dei territori
  • 1.2 Garantire il libero e sicuro utilizzo delle vie di comunicazione (di natura infrastrutturale e telematica)
  • 1.3 Tutelare il contesto ambientale
  • 1.4 Contrastare ogni forma di aggressione criminale diretta del libero mercato e della legale attività produttiva attuata mediante forme di concorrenza illecita
  • 1.5 Realizzare una formazione integrata tra operatori di sicurezza - a tutti i livelli - e altri soggetti che comunque operino nell'ambito della sicurezza

Asse 2

Diffusione della legalità

L’Asse 2 è orientato a “diffondere migliori condizioni di legalità e giustizia a cittadini ed alle imprese anche mediante il miglioramento della gestione dell’impatto migratorio”.

Particolare attenzione è posta alle iniziative in materia di impatto migratorio promuovendo procedure di inclusione sociale degli immigrati e rafforzando le azioni di prevenzione e contrasto al favoreggiamento della manodopera immigrata, in particolar modo quella clandestina.

Altro importante obiettivo dell’Asse 2 è quello legato al miglioramento della gestione dei beni confiscati alla criminalità organizzata al fine del loro reinserimento nel circuito produttivo per la realizzazione di iniziative a beneficio di categorie deboli.

Tra le linee d’intervento dell’Asse 2 sono previste anche:

  • la tutela del lavoro regolare;
  • il contrasto al racket delle estorsioni e dell’usura;
  • una maggiore trasparenza negli appalti pubblici (al riguardo è già stato siglato un accordo con il Viminale e la Funzione Pubblica per un piano di contrasto a corruzione e infiltrazioni delle mafie).

Nell’Asse sono inoltre comprese iniziative dedicate alla formazione integrata per potenziare le conoscenze di coloro che operano nell’ambito della sicurezza e della diffusione della legalità.

Obiettivi operativi

  • 2.1 Realizzare iniziative in materia di impatto migratorio
  • 2.2 Tutela del lavoro regolare
  • 2.3 Garantire maggiore trasparenza negli appalti pubblici
  • 2.4 Contrastare il racket delle estorsioni e dell'usura
  • 2.5 Migliorare la gestione dei beni confiscati alla criminalità organizzata
  • 2.6 Contenere gli effetti delle manifestazioni di devianza
  • 2.7 Potenziare la dotazione tecnologica della PA ai fini di migliorare l'efficienza e la trasparenza dei processi gestionali
  • 2.8 Diffondere la cultura della legalità
  • 2.9 Realizzare tra gli operatori di sicurezza a tutti i livelli e altri soggetti che comunque operino nell'ambito del mantenimento della legalità una formazione integrata

Asse 3

Assistenza tecnica

L’Asse 3 è orientato a migliorare l’efficienza e l’efficacia del Programma mediante azioni di supporto tecnico-scientifico e uno studio costante degli effetti prodotti dal Programma.

Include un articolato piano di comunicazione, approvato dalla Commissione europea, finalizzato a diffondere tra l’opinione pubblica la consapevolezza della “portata” degli interventi finanziati dal Programma e dei risultati conseguiti.

Obiettivi operativi

  • 3.1 Assistenza tecnica da attuarsi mediante l'attivazione di azioni di supporto tecnico scientifico volte all'innalzamento del livello di efficienza nella gestione dell'intero Programma
  • 3.2 Valutazione da attuarsi mediante uno studio costante degli effetti prodotti dal Programma nonché del livello di attuazione e degli impatti degli interventi in cui il Programma si articola
  • 3.3 Comunicazione

 

Articoli Correlati

Computer Vision
views 47
Dalla Videosorveglianza alla Videosicurezza  A cura di Aldo Leonardi Gli elementi della Computer Vision L’obiettivo dei sistemi di videosorveglianza è l’individuazione di eventi a rischio o peric...
I limiti della video sorveglianza
views 23
I più recenti episodi di cronaca dimostrano le evidenti necessità di sistemi video in ambito di attività commerciali, lotta al crimine, applicazioni di sicurezza civili e militari. Sebbene le telecame...
Equalizzazione cromatica per algoritmi di Computer...
views 36
Abstract. Nelle applicazioni della computer vision può essere molto vantaggioso riprodurre alcuni processi di adattamento alle condizioni nelle quali un sistema di visione si trova ad agire. In part...
Gli Algoritmi nella Computer Vision
views 24
1.   Algoritmi In questo capitolo verranno presentati gli algoritmi di un sistema di videosorveglianza che sono stati studiati in precedenti lavori svolti presso un laboratorio di Visione Artificiale...
Atteggiamenti Sospetti
views 27
Qui notiamo una persona che si sofferma innanzi una banca senza fare intendere che desidera entrare, o che vuole utilizzare lo sportello del bancomat. Il suo bighellonare viene rilevato come atteggiam...
Antintrusione
views 25
Il sito inquadrato viene protetto attraverso la definizione di 3 aree. La prima area, che il software evidenzia con una linea gialla, se viene oltrepassata provoca immediatamente l’invio dell’allarme...
Antiterrorismo – Aeroporto
views 34
Vengono elaborati, se pur in ambiente caotico, gli spostamenti di tutte le persone, il loro conteggio, e il  riconoscimento delle forme degli oggetti abbandonati. Il sistema riesce a sincronizzare le ...
Videosicurezza
views 220
A R K V I S I O N A cura di Aldo Leonardi La VideoSicurezza non è Videosorveglianza ♦ Videosorveglianza è semplicemente un deterrente, oppure  uno degli elementi nel campo delle indagini gi...
Analisi d’immagine
views 23
  L'analisi delle immagini consiste nell'estrazione di informazioni da immagini di una scena reale; si basa sulla possibilità di formulare una rappresentazione matematica della distribuzione deg...